Territorio

Territorio

Rovereto si è dotata di piani innovativi per garantire lo sviluppo armonico del territorio. Tra i più importanti in riferimento alla gestione ambientale del territorio ci sono:
• il PRG (Piano Regolatore Generale)
La variante strategica al Piano regolatore generale denominata "febbraio 2014", introduce misure "ad hoc" finalizzate alla promozione diffusa del risparmio energetico con l'individuazione di strategie innovative (sopraelevazioni, bonus volumetrici, etc.);
• il PRIC (Piano Regolatore per l'Illuminazione Pubblica)
Il Piano fornisce all'Amministrazione elementi per la pianificazione e la programmazione ambientale ed energetica. Già a partire dall'anno 2012 sono stati realizzati interventi mirati al risparmio energetico per la rete di illuminazione pubblica: ogni nuovo impianto, o modifica degli impianti esistenti, è stato realizzato con corpi illuminanti a LED ad elevato risparmio energetico e ridotto inquinamento luminoso tipo “full cut -off” rispettosi delle disposizioni legislative in vigore.
• il PUM (Piano Urbano per la Mobilità)
Il Piano contempla tutti i tipi di mobilità all'interno dell'area comunale, con l’obiettivo di favorire gli utenti più deboli, soddisfare i bisogni di mobilità della popolazione, migliorare la sicurezza di tutti gli utenti della strada, migliorare la qualità dell'ambiente, riducendo sia l'inquinamento atmosferico che acustico, ridurre i consumi energetici, aumentare la percentuale dei cittadini trasportati dal mezzo pubblico.
• il PZA (Piano di Zonizzazione Acustica)
Il Piano è un atto tecnico-politico che pianifica gli obiettivi ambientali di un’area in relazione alle sorgenti sonore esistenti per le quali vengono fissati dei limiti. La classificazione acustica consiste nella suddivisione del territorio comunale in aree acusticamente omogenee a seguito di attenta analisi urbanistica del territorio stesso tramite lo studio della relazione tecnica del piano regolatore generale e delle relative norme tecniche di attuazione. L’obiettivo della classificazione è quello di prevenire il deterioramento di zone acusticamente non inquinate e di fornire un indispensabile strumento di pianificazione dello sviluppo urbanistico, commerciale, artigianale e industriale.
• il PAES (Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile).
L'obiettivo del Patto dei Sindaci è quello di accompagnare il Comune a ridurre di oltre il 20% le proprie emissioni di gas serra attraverso azioni di politica locale volte a migliorare l'efficienza energetica degli edifici, aumentare il ricorso alle energie rinnovabili e promuovere l'uso razionale dell'energia.

Con riferimento agli strumenti di pianificazione elencati e alle politiche ambientali adottate, sono stati predisposti specifici Regolamenti (edilizio, sull’inquinamento acustico, per il servizio di distribuzione dell'acqua potabile, per il servizio di fognatura comunale, sui rifiuti e altri) disponibili per a consultazione sul sito internet del Comune.

Le funzioni di sorveglianza del territorio sono assegnate alla Polizia Locale e comprendono la verifica del rispetto dei Regolamenti comunali stabiliti per la tutela dell'ambiente.

 

 
Scroll to Top